IWØGZ

op: Sante – Locator: JN62HB – Monterotondo (Roma)

IWØGZ - op: Sante – Locator: JN62HB – Monterotondo (Roma)

CS700 il DMR Low Cost arrivato dalla Cina.

E dopo tanta attesa finalmente il portatile che fa più o meno al mio caso è arrivato. Immancabilmente “cinesino”.

cs700_1

Si chiama CS700, commercializzato da una ditta americana e costruito in Cina. Diciamo, rispetto alle case più blasonate, un apparato low cost anche se sono convinto che nel giro di poco tempo i prezzi caleranno ancora di più. Ad un primo sguardo non sembra neanche tanto male e nulla ha da invidiare al suo predecessore della BFDX che mostra diverse lacune sia costruttive, che di software nonche nell’hardware come per esempio la mancanza dei toni nelle operazioni in anaogico. Pesantino, IP65 e già quando inserisci la batteria ti accorgi che tutto sommato non è affatto male.

cs700_3

Guardandolo dalla parte anteriore, sulla destra, troviamo sotto un tappo in gomma le connessioni per il cavo di programmazione e il microfono/altoparlante esterno. Il connettore ricorda ed è compatibile con alcuni modelli Motorola, quelli diciamo un pochino datati.

cs700_6

Sulla sinistra il PTT in bleu e sotto due tasti programmabili a piacimento dell’utente via software.

cs700_5

Sulla parte alta il potenziometro e interruttore e al centro  il commutatore a 16 posizioni per la scelta delle zone. A sinistra l’antenna con connettore SMA maschio/reverse. Una buona cosa visto che l’adattatore BNC o PL costa pochi euro. Poco più avanti il led di status, rosso TX, Verde RX e arancio scansione e un tasto arancio programmabile da software.

cs700_2

Frontalmente sul corpo un piccolo display LCD a 2 righe, più che sufficente per operare, e la tastiera alphanumerica attraverso la quale possiamo accedere ai contatti, alla scansione, ai log alla messaggistica e a qualche piccola utility consentita via software. Il consumo in modalità DMR è piuttosto esiguo. La batteria dura circa un paio di giorni con normale attività non continuativa. Batteria Li-ion da 1700 mA. Il vano batteria è tutto in metallo. Potenza erogata 4 Watt o 1 Watt. Ricezione…. beh io posso solo paragonarlo all’ID51. In analogico è un pochino più scarso. Facendo riferimento allo stesso ponte radio (Monte Cavo nel mio caso) e testando gli apparati dal mio QTH nella stessa posizione, noto che in analogico c’e’ una leggera differenza in ricezione. in trasmissione, CS700 con 4 Watt, non da alcun problema ad agganciare il ponte e quindi per quanto mi riguarda non ci sono differenze sostanziali. La differenza vera la fa il digitale. In DSTAR non riesco ad agganciare il ponte mentre in DMR non ho alcun tipo di problema sia con Roma Centro che con Monte Cavo. Stessa cosa se mi sposto all’interno dell’abitazione mentre con l’ID51 in modalità DSTAR aggancio in modo discontinuo e con scarsa qualità dall’esterno e quindi diciamo che non riesco a fare QSO mentre dall’interno dell’abitazione non vi è nessun modo di agganciare se non con antenne esterne. Fortunatamente Monti Tiburtini è a mia portata e quindi riesco ad utilizzare anche dal QTH il DSTAR. Ovviamente non parliamo della modulazione. Nulla ache vedere tra i due sistemi per chiarezza e pulizia nella ricezione. Con il CS700 o sento bene e faccio QSO o non sento e non opero. Una nota di demerito sulla costruzione dell’oggetto: non dispone di connettori di alimentazioni esterni. Direi una cosettina piuttosto scomoda. Se si è a corto di batteria non si ha modo di alimentare esternamente l’apparato ….

Ferme restando tutte le mie perplessità sul digitale radioamatoriale devo comunque dire che la qualità del segnale in DMR è assolutamente eccellente. Quello che resta estremamente ferraginoso è il sistema legato ai TG (TalkGroup) chiaramente di derivazione civile con problematiche a mio parere non indifferenti per il sistema radioamatoriale. Poi teniamo conto che la libertà in materia è molta e con esistono regole precise ne regolamenti ufficiali emanati da un organo preposto e quindi in brevissimo tempo finiremo con il trovarci un numero esagerato di reti DMR che non saranno collegate fra loro e gestite in modo diverso con regole diverse a seconda del gestore …. quasi come nella telefonia mobile, solo che le loro reti ono interconnesse. :)

Insomma queste sono le mie prime impressioni ed essendo un apparato con il quale non puoi sperimentare nulla, non mi viene altro da dire se non studiate bene il sistema DMR e soprattutto il software di gestione dell’apparato. Dimenticavo una grossa nota di merito: il software e gli aggiornamenti firmware sono assolutamente gratuiti e il cavo di programmazione dell’apparato ha un costo assolutamente umano.

cs700_4

In questo momento fioriscono i ponti ma gli utenti, almeno quelli registrati presso il network DMR-MARC, in Italia sono circa 200 in crescita ovviamente soprattutto con la diffusione di apparati lowcost. In questo momento anche facendo semlice ascolto, si può capire ed imparare molto visto che la maggior parte degli utenti connessi sono alla fine i gestori dei ponti che fanno qso tra di loro.

Che altro dire, dopo aver letto e riletto e riletto ancora, la rete che mi è sembrata più stabile ed affidabile, seppure sempre nella follia che andando in trasmissione sul TG1 si continuano a mandare in trasmissione centinaia di ponti nel mondo INUTILMENTE spesso solo per fare l’appello mondiale una volta a settimana, è proprio la DMR-MARC e quindi aderendo alle sue fila ho configurato il mio CS700 in modo basico sui due maggiori ponti per la copertura di Roma e ho inserito nella configurazione la contact-list completa dei radioamatori italiani che aderiscono al network DMR-MARC. In realtà serve a poco anzi a nulla se non per avere un gadget in più e forse un pò di comodità…. veder comparire sul display il nome dell’operatore e conseguente indicativo. Anche questa una stranezza… nel DSTAR non c’e’ bisogno di una contact list e l’indicativo con il nome compare automaticamente. Mah.

Per chiudere qui di seguito trovate il file aggiornato all’ 8/4/2014 che spero vi sia di aiuto nel configurare il vostro CS700. Per operare su DMR-MARC vi basterà inserire l’ID fornito dal “gestore della rete” e potrete cominciare ad inviare i vostri sms e fare qso nel mondo.

Bene allora a presto ON AIR in DMR.

73 de iw0gz

 

 

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*


*